5 aprile 2014 Emilio Comici Blues

sabato 5 aprile2014 – ore 18.00
Piazza Conte Rosso, AVIGLIANA (TO) | evento gratuito

"Emilio Comici Blues"

Reading musicale con Wu Ming 1 e i Funambolique tratto dal libro 'Point Lenana' di WU Ming 1 e Roberto Santachiara e dedicato al triestino Emilio Comici (1901-1940), uno dei più grandi alpinisti della storia d'Italia

I Funambolique sono Paolo Corsini - tastiere e Fender Rhodes, Sebastiano Crepaldi – flauto, Luca Demicheli – basso, Claudia Finetti – voce, Ermes Ghirardini – batteria



Emilio Comici BluesIl terzo appuntamento del XVIII Valsusa Filmfest si svolge alle ore 18:30 del 5 aprile nella bellissima Piazza Conte Rosso di Avigliana con 'Emilio Comici Blues', reading musicale di e con Wu Ming 1 e il gruppo musicale Funambolique dedicato al triestino Emilio Comici (1901-1940), uno dei più grandi alpinisti italiani. Dall'agosto 2013 i protagonisti hanno cominciato a fare 'prove aperte' in pubblico, ogni volta prendendo nuovi appunti, rimontando la sequenza, adattando i testi, cambiando gli arrangiamenti. Hanno cercato di andare ben oltre il binomio voce recitante - accompagnamento musicale: la voce è considerata uno strumento al pari degli altri, c'è un lavoro prosodico e ritmico, c'è un lavoro su timbri e toni, c'è il cantato-parlato, c'è il declamato, c'è il salmodiato... Al cantato vero e proprio pensa Claudia Finetti, che interpreta due brani d'epoca, uno dei quali è 'Triste domenica', l'ultima canzone cantata da Emilio, accompagnandosi con la chitarra, pochi minuti prima di morire. Lo spettacolo sta assumendo la sua forma definitiva, cresce in pubblico, prende coesione in concerti che in realtà sono workshop e continua a evolversi, com'è normale quando i musicisti sono bravi a improvvisare. Ad Avigliana WU Ming 1 e i Funambolique saranno molto vicini alla versione 'definitiva'.

Wu Ming 1, pseudonimo di Roberto Bui, è uno scrittore e traduttore italiano, membro del Wu Ming Foundation, un collettivo di scrittori provenienti dalla sezione bolognese del Luther Blissett Project (1994-1999), divenuto celebre con il romanzo Q. A differenza dello pseudonimo aperto "Luther Blissett", "Wu Ming" indica un preciso nucleo di persone, attivo e presente sulle scene culturali dal gennaio del 2000. Il gruppo è autore di numerosi romanzi, tradotti e pubblicati in molti paesi, e nel 2008 descrisse parte della propria produzione come appartenente a un corpus di opere che propose di chiamare, provvisoriamente, New Italian Epic.
Nel libro Point Lenana, che WU Ming 1 ha scritto insieme a Roberto Santachiara, diversi capitoli sono dedicati al triestino Emilio Comici con successi, amicizie, influenze su altri alpinisti, ma anche il contraddittorio rapporto col fascismo, gli screzi con le istituzioni sportive del regime (a partire dal CAI della presidenza Manaresi), e soprattutto le zone d'ombra, gli attacchi di auto-disistima, i lunghi periodi di depressione.
In mille fotografie Emilio mostra un sorriso a tutti denti, che sulle prime può trarre in inganno, ma basta guardarne l'asimmetria (un angolo della bocca quasi impercettibilmente più basso dell'altro), e soprattutto guardare gli occhi, per capire che dietro quella posa, dietro quella facciata, c'è altro. Nell'ultima foto in vetta, sul Salame del Sassolungo, si vede che questo 'altro' ha lavorato sul suo viso in modo sconvolgente: la guancia destra è solcata da una ruga profondissima, simile a uno squarcio. L'espressione è abbattuta e cupa.
Emilio è un uomo tormentato. Nel suo carteggio con Severino Casara si trovano insistiti riferimenti alla propria morte, sempre avvertita come vicina, e un giorno - un bel giorno d'ottobre - la morte arriva davvero, per uno stupido incidente, su una paretina alta sì e no quaranta metri, durante un'arrampicata casuale e svagata. E' un cordino marcio a uccidere Emilio, ma il suo dialogo con la morte durava da tempo.
Dopo l'uscita del libro, nelle tante presentazioni fatte in giro per l'Italia, Wu Ming 1 ha constatato che i capitoli su Emilio avevano colpito, anche turbato, molte persone. Il personaggio era entrato dentro ai lettori, come era entrato dentro agli autori.

Wu Ming 1 ha deciso di estrapolare dal libro i capitoli su Emilio, montarli in sequenza e lavorarci sopra, aggiungendo raccordi, in parte riscrivendo. Prima ancora di avere un testo definitivo, ha chiamato i suoi amici Funambolique. I Funambolique vivono tutti nel Nord-Est, sparsi tra Trieste, il Friuli e Venezia. Sono una band di quattro musicisti, provenienti da varie scene ed esperienze: il jazz, l'avanguardia, gli studi classici, la musica balcanica e persino la musica brasiliana. Si sono messi insieme allo scopo di comporre colonne sonore per spettacoli teatrali, reali o inesistenti che fossero. Coi Funambolique WU Ming 1 collabora dal 2012, da quando hanno composto la colonna sonora di un suo racconto, Arzèstula («cinciallegra» in dialetto ferrarese), incluso nell'antologia Anatra all'arancia meccanica . Ne è nato un album - stesso titolo del racconto - al quale Wu Ming 1 ha partecipato leggendo stralci del testo. Dalla collaborazione in studio, con molta naturalezza, si è passati a un reading musicale dal vivo.


Emilio Comici Blues
è composto da Paolo Corsini - tastiere e Fender Rhodes, Sebastiano Crepaldi – flauto, Luca Demicheli – basso, Claudia Finetti – voce, Ermes Ghirardini – batteria e Wu Ming 1 - voce e vociferazioni.
Maggiori approfondimenti in www.wumingfoundation.com e in http://funambolique.wordpress.com